Wine & food

cantine aperte

Viewing posts tagged cantine aperte

In giro per Cantine Aperte con Wine Station

Con Cantine Aperte l’ultimo fine settimana di maggio è ricco di spunti e la 33^ puntata di Wine Station (l’ultima della nona stagione radiofonica) sarà una guida utile per non perdere neanche un evento goloso. Sabato 28 maggio (dalle 12,10 alle 13 su Antenna Radio Esse) ospiti ai microfoni di Cristiana Mastacchi e Giovanni Pellicci saranno Violante Gardini del Movimento Turismo del Vino della Toscana e Marco Giannoni presidente del Consorzio Vini di Cortona. Con loro l’approfondimento sarà dedicato al fenomeno dell’enoturismo, a partire dalla nuova edizione di Cantine Aperte, in programma nel week end con tanti spunti e abbinamenti insoliti, nonché alle visite promosse dalle cantine della provincia di Arezzo, dove sarà possibile andare alla scoperta delle uve Syrah. Con Giovanni Corti dell’Associazione Amici della Chianina parleremo, invece, della pregiata razza della Valdichiana, protagonista di due fine settimana consecutivi con la dodicesima edizione de La Valle del Gigante Bianco, ricco di appuntamenti che vedranno grandi chef protagonisti di assaggi che andranno oltre la classica bistecca. Infine, puntando diritti verso il ponte di inizio giugno, vi porteremo a Castelnuovo Berardenga dove sta per tornare Castelnovino, appuntamento dedicato al Chianti Classico con 21 aziende della Berardenga di scena negli affascinanti spazi di Villa Chigi. Per ascoltare Wine Station in streaming clicca qui mentre se volete riascoltare gli ultimi podcast della trasmissione andate qui.

Il vino nelle dimore storiche, nelle cantine…aperte e in bici

dimore storicheGli itinerari da seguire in bicicletta tra le colline del Chianti a Dievole; le degustazioni in storiche dimore poi Cantine Aperte e il nuovo locale tutto dedicato alla pasta nel centro di Siena. Tanti gli eventi da segnare in agenda seguendo la nuova puntata di Wine Station, in onda qui e dedicata alle tante proposte enoturistiche che arrivano dal territorio. La puntata inizierà da Dievole dove, in sella ad un mountain bike con Leonardo Petri, vi presenteremo Natural Path, il nuovo percorso ciclistico da 27 km che si sviluppa tra le vigne dell’azienda di Castelnuovo Berardenga nel cuore del Chianti Classico per unire vino, territorio e sport. Ci sposteremo poi in una delle suggestive location che nel fine settimana ospitano la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane con parchi, cantine, cortili e giardini di antiche ville e fattorie aperti al pubblico per una degustazione d’eccezione e un focus dedicato al fondamentale ruolo degli agricoltori. Con Bernardo Gondi daremo consigli utili per trascorrere un week end tra storia e paesaggio in tanti luoghi d’eccezione. Sarà poi Violante Gardini, del Movimento Turismo del Vino Toscana, ad anticipare i contenuti della nuova edizione di Cantine Aperte, quest’anno lunga quattro giorni, dal 30 maggio al 2 giugno, con oltre 70 aziende toscane aderenti con eventi inspirati al tema dei vini e dei cibi rari, tra pic nic e gelati insoliti. Dopo tanto girare ecco i golosi carboidrati di Pasta e Vai, il locale appena aperto in via Pantaneto a Siena con un’inedita formula fa della pasta un ingrediente dello street food di qualità. Sandro Cresti ci proporrà pici e penne take away per ritrovare le forze e ripartire a tutto gusto.

In tour nelle Cantine Aperte d'Italia

Cantine AperteLe oltre 900 Cantine Aperte saranno protagoniste dell’ultimo appuntamento stagionale della settima edizione di Wine Station. Domani, sabato 24 maggio, dalle 12,10 alle 13 su Antenna Radio Esse di Siena (streaming e podcast cliccando qui) sarà ospite Carlo Filiberto Bleggi, vice Presidente del Movimento Turismo del Vino, per tornare ad approfondire il fenomeno dell’enoturismo che in Italia genera un giro d’affari di 5 miliardi di euro all’anno e, nel 2013, ha registrato una crescita dei flussi del 12%. Domenica 25 maggio è in programma la 22^ edizione di Cantine Aperte con appuntamenti dal nord al sud d’Italia con il contest #suonodabere che premierà il miglior abbinamento tra vino, territorio e musica. Solo in Toscana saranno 75 le cantine che sarà possibile visitare. Il tema del vino e delle cantine è al centro anche di “Canta cantina canta!” lo spettacolo teatrale di UgoGiulio Lorini e Stefano Jacoviello che chiude la fortunata rassegna “Teatro&cena al museo” con l’appuntamento di domani, sabato 24 maggio, al Museo Antiquarium Poggio civitate di Murlo dove ci saranno anche le proposte gastronomiche della Trattoria Il Libridinoso inspirate agli etruschi. Tra gli eventi da non perdere, con Luciano Porciatti della Pro Loco locale, vi segnaliamo la 19^ edizione di Radda nel Bicchiere, in programma sabato 31 maggio e domenica 1° maggio a Radda in Chianti con protagoniste 24 aziende che proporranno in degustazione il Chianti ClassicoInfine con i consigli di gusto vi segnaliamo la storica Osteria de l’Ortolano in via degli Alfani a Firenze dove, oltre a scegliere tra tanti prodotti gourmet, è possibile gustare a tavola le proposte gastronomiche di Massimo Zetti.

Jonathan Nossiter e il film "Resistenza Naturale" su Wine Station

Natural-ResistanceSarà il regista americano Jonathan Nossiter il protagonista della puntata di Wine Station di domani, sabato 17 maggio, in onda dalle 12,10 alle 13 su Antenna Radio Esse di Siena (streaming e podcast qui). Nossiter, già autore di Mondovino, porterà nelle sale dal 29 maggio il suo nuovo docu-film “Resistenza Naturale”, dedicato alle storie di produttori vitivinicoli “partigiani” che si ribellano eticamente, producendo vini come reale frutto della terra. Il regista spiegherà l’obiettivo di un film-inchiesta che racconta le storie di coloro che si sono ribellati a certe logiche produttive, tra cui Giovanna Tiezzi dell’azienda Pacina di Castelnuovo Berardenga nel Chianti Classico. Poi spazio agli eventi con le bollicine made in Italy grandi protagoniste. Questo week end è di scena il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg con la nuova edizione di Vino in Villa nell’affascinante Castello di San Salvatore di Susegana, in provincia di Treviso. Giancarlo Vettorello, Direttore del Consorzio, tra abbinamenti e degustazioni, illustrerà il percorso di costante affermazioneVino-in-villa-prosecco della Docg veneta che, dopo il positivo andamento nei mercati esteri, vive ora una positiva stagione anche nel complicato mercato interno. In vista di Cantine Aperte di domenica 25 maggio vi segnaliamo un evento da mettere in agenda. L’azienda Il Mosnel in Franciacorta proporrà un originale pic-nic tra le vigne, con una degustazione che si soffermerà su tre diverse tipologie di Franciacorta Millesimati, tra cui anche il Rosé Pas Dosé che può essere abbinato ad una Fiorentina senza alcun imbarazzo. Infine, tornando nelle Terre di Siena ecco la tredicesima edizione di “Il Bianco e l’Azzurro” che a San Quirico d’Orcia sabato 17 e domenica 18 maggio riscopre sapori, gusti e tradizioni medievali con folclore, eventi e banchetti a base di petali di rosa fritti e altre ricette del tempo, con un misterioso “giallo” da risolvere a tavola.

Cantine Aperte per Natale e assaggi di Vin Santo

cantine aperte per nataleE’ ricco e goloso il menù di Wine Station per la puntata di domani, sabato 7 dicembre (dalle 12,10 su Antenna Radio Esse di Siena, streaming e podcast qui). Con Violante Gardini del Movimento Turismo del Vino toscano presenteremo l’asta dei vini in programma sabato nella suggestiva Cantina di Antinori a Bargino. Grandi etichette dell’enologia toscana saranno battute per beneficenza: il ricavato sarà infatti devoluto a favore dell’Associazione Tumori Toscana. Ma questo è anche il week end di Cantine Aperte per Natale con 15 aziende toscane pronte ad accogliere il pubblico con eventi, degustazioni e itinerari golosi per passare l’Avvento in compagnia dei produttori. A Montefollonico, suggestivo borgo di Torrita di Siena, nel fine settimana sarà di scena il Vin Santo con una 10^ edizione di “Lo gradireste un goccio di Vin Santo?” che quest’anno propone l’abbinamento con l’Eiswein austriaco. Vittorio Innocenti descriverà le differenze tra i due vini dolci, spiegando come quello originario dell’Austria prende forma da uve ghiacciate sulla pianta. Tra abbinamenti e assaggi, a Torrita sarà premiato anche il miglior Vin Santo fatto in casa, tra gli 80 campioni amatoriali valutati dalla giuria. La rotta nel Chianti ci porterà prima a Castellina per presentare il progetto della Carta dell’Olio Dop Chianti Classico che vede protagonisti 9 ristoranti e 7 aziende certificate per favorire un consumo sempre più consapevole sulle tavole. Fiammetta Nizzi Grifi del Consorzio Chianti Classico illustrerà il progetto che punta ad ampliarsi anche agli altri comuni chiantigiani. All’ora di pranzo andremo a scoprire l’Osteria 1126 che sorge all’interno della Fattoria di Cinciano, nel comune di Poggibonsi. Tra piatti della tradizione reinterpretati in chiave moderna, Gioia Barboni presenterà la filosofia di un ristorante che vale la pena scoprire per il suggestivo ambiente e l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Per seguire la puntata in radio fm sintonizzatevi su Antenna Radio Esse (93.5 – 93.2 – 99.10 – territori di Siena, Grosseto e zone di Arezzo, Pisa e Viterbo).

Cantine Aperte e Chianti Classico E' tra le proposte di Wine Station

cantine aperteParte da Cantine Aperte il viaggio settimanale di Wine Station all’insegna del vino e del gusto. Nella puntata di domani (sabato 25 maggio), in onda dalle 12,10 alle 13 sulle frequenze di Antenna Radio Esse (streaming e podcast qui), proporremo la Tenuta Le Velette di Orvieto come meta da raggiungere nella domenica dedicata all’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino. Oltre mille le cantine aderenti in tutta Italia, all’insegna dell’amicizia: in compagnia di Corrado Bottai presenteremo le iniziative in programma nell’azienda umbra dove, oltre a vini autoctoni e non solo, è possibile riscoprire la tradizione a tavola con un originale ricettario che esalta i piatti di un tempo. Così come il nuovo blog firmato dal senese Nicola Natili, medico di professione, fotografo e gastronomo per passione, che ha deciso di entrare in campo contro l’omologazione del gusto, descrivendo minuziosamente ricette storiche come gli ossibuchi, il budinone senese e le crocchette di cavolo cavolfiore. Tra gli eventi da suggerire in vista dei prossimi giorni ecco due mete. Quella più vicina fa rotta nella terra del Gallo Nero, dove stanno per tornare gli appuntamenti di Chianti Classico E’, la rassegna promossa dal Consorzio a suon di eventi come Lady Food – Mister Wine; il Palio delle Massaie e Profumi di Lamole. Il Direttore Giuseppe Liberatore illustrerà tutte le iniziative dell’edizione 2013. Per chi vuole superare i confini della Toscana, sentiremo Francesca Moretti, produttrice e presidente della Strada del Franciacorta, alla vigilia di Franciacortando, la rassegna all’insegna di arte, cinema e gusto con protagoniste le bollicine Metodo Classico italiane.

Il vino da terre confiscate alla mafia protagonista su Wine Station

vinoLe curiosità raccolte nell’ultima edizione di Vinitaly e le preferenze degli eno-appassionati saranno al centro della nuova puntata di Wine Station in onda  sulle frequenze radiofoniche di Antenna Radio Esse (streaming e podcast qui). Con Alessandro Leo, Presidente della Cooperativa Libera Puglia, conosceremo Hisotelaray realtà confiscata alla mafia e oggi protagonista di un virtuoso progetto che ha portato alla nascita di un’azienda agricola che produce vini di ottima qualità e altri prodotti della terra. In compagnia di Daniela Mastroberardino, presidente nazionale, analizzeremo il sondaggio diffuso dal Movimento Turismo del Vino tra gli eno-appassionati che, in attesa della conclusione in coincidenza con la prossima edizione di Cantine Aperte, vede ai vertici la Toscana quale meta preferita. Per la tavola ecco il nuovo disciplinare del progetto regionale Vetrina Toscana che sarà illustrato da Davide De Crescenzo della Fondazione Sistema Toscana che si è occupato anche del nuovo portale web per suggerire i ristoranti più fedeli alla tipicità. Infine, con lo chef Andrea Campani scopriremo la filosofia in cucina della nuova Osteria Il Borro che sorge all’interno dell’omonima azienda vinicola, a Loro Ciuffenna, in provincia di Arezzo di proprietà di Ferruccio Ferragamo.

Calici di stelle, gli appuntamenti da non perdere del 10 agosto

La notte di San Lorenzo con le sue stelle cadenti e i suoi calici di vino è in arrivo. Saranno oltre 200 i centri storici e cantine d’Italia aderenti a Calici di Stelle, l’evento Movimento Turismo Vino e Città del Vino, in collaborazione con l’Uai-Unione Astrofili Italiani, che ogni anno raduna oltre un milione di appassionati, neofiti e curiosi. Per la sera di venerdì 10 agosto è davvero denso il programma di attività per celebrare il vino in ogni sua declinazione, dal bianco al rosato, che sia Doc, biologico, Igt o di annate introvabili. In Toscana, la Fattoria del Colle sceglie suggestioni di luce e musica con un itinerario notturno dal bosco alla cantina firmato dallo scenografo Philip Robinson (“Quattro matrimoni e un funerale”), che culminerà nella degustazione dei vini e di un pregiato passito prodotto in sole 300 bottiglie, mentre la Fattoria di Fubbiano organizza un percorso gastronomico tra pizze, focacce e olio extravergine d’oliva sotto il cielo stellato di Lucca. San Gimignano espone le immagini-simbolo dei primi 25 anni delle Città del Vino (1987-2012) con il manifesto dell’edizione n. 1 di Calici di Stelle (1998); a Tavarnelle Val di Pesa si osservano le stelle all’Osservatorio Astronomico del Chianti, e a Massa Marittima si degusta per la prima volta il Maremma Doc. Tanti gli appuntamenti nel resto d’Italia per chi è vacanza e non. In Lombardia Degustazioni sui Navigli a Milano dove si assaggiano i migliori vini delle aziende lombarde e del Canton Ticino abbinati alle specialità gastronomiche, e con i vini dei vigneti più alti d’Europa (1.225 metri sul Monte Bianco) a Morgex in Valle d’Aosta. In Emilia-Romagna a Verucchio si brinda con i vini dai vitigni autoctoni a rischio estinzione Veruccese e Vernaccina, mentre a Castell’Arquato personaggi misteriosi rivelano il futuro con le stelle. E mentre il tema della sicurezza e del bere consapevole è il fil rouge dei brindisi con Sara Assicurazioni, Castel Viscardo in Umbria premia un personaggio che sostiene e promuove il vino con il “Grappolo d’oro”. Per festeggiare le stelle cadenti lanterne al cielo in Sicilia con Marchesi de Gregori (Monreale), mentre Donnafugata scende in campo per la sostenibilità ambientale con “100 tappi & stappi”, la raccolta di tappi in collaborazione con Amorim Cork Italia e con la ‘vendemmia notturna’ di Chardonnay a Contessa Entellina in streaming sul web. Per l’occasione saranno stappate anche annate fuori commercio. E per assaggiare un altro vino prodotto dalla vendemmia notturna, si può approdare anche da Don Saro (Linguaglossa). Per gli amanti della movida notturna, inoltre, musica live anni ’70 e ’80 e cocktail a base di vino al Porto Turistico di Marina di Cala del Sole (Licata) con La Lumia, Quignones e Fiore. Sull’Etna, nel Parco Naturale di Zafferana Etnea un vero e proprio itineriario degustativo conduce alla riscoperta di vini e sapori del territorio. Telescopi puntati al cielo e cena in vigna a base di pane casareccio, salsicce e vini biodinamici in Abruzzo con Pepe (Torano Nuovo) e con gli astrofili di Colle Leone, o al ritmo sfrenato della pizzica a Colonnella, mentre a Osimo nelle Marche si visitano le meraviglie sotterranee delle Grotte “Simonetti”. In Puglia, a Trani (7 agosto) e Copertino (10 agosto) trionfo di musica popolare e percussioni tra botti, tini e falci con il gruppo di bottari “A Cantenella” che si affiancheranno a minicorsi di degustazione AIS. E per godersi la serata in tutta sicurezza saranno a disposizione i “Winebus Calici di stelle”. Minicorsi AIS anche in Molise (Campobasso e Campomarino) e per un viaggio nel Medioevo, al castello Angioino di Civitacampomarano si esibiranno figuranti in costume in una cena a ritmo di musica e canti popolari. In Friuli Venezia Giulia a Buttrio lettori volontari dedicano “Letture sotto le stelle” a grandi e bambini, e dal 9 al 10 agosto Grado ospita degustazioni fra campielli, vicoli e monumenti paleocristiani, mentre a Rosazzo nell’antica Abbazia (11-12 agosto) di scena banchi d’assaggio tra roseti, uliveti e vigneti nel chiostro e nella terrazza panoramica con vista mozzafiato sui colli. Se nel Veneto note jazz fanno da sfondo a vini e specialità culinarie sotto le stelle, come il risotto all’Amarone abbinato al “re” della Valpolicella o come al “Palio Culinario di San Lorenzo” a Valdobbiadene, e inPiemonte si brinda con cene a base di agnolotti al ragù, in Sardegna (Argiolas e Pala) si beve sullo sfondo del centro storico di Serdiana. Nel Lazio Calici di Stelle debutta l’11 agosto da Ganci (Borgo Grappa) con aperitivi nei vigneti e il 12 agosto cena all’aperto in compagnia dell’Associazione romana Astrofili. E sotto le stelle si festeggia anche in Campania con il brindisi “spaziale” a Venticano con l’astronauta Paolo Nespoli e l’astronomo Antonio Pepe, con i vini d’Irpinia nell’ex Monastero Benedettino di Montefalcione e all’edizione n. 1 di Calici di Stelle a Petruno Irpino. A Comacchio in Emilia-Romagna, Volta Mantovana in Lombardia e San Gimignano in Toscana, infine, il brindisi è solidale, per aiutare le popolazione colpite dal terremoto in Emilia. Per condividere i brindisi preferiti la pagina “Calici di Stelle” su Facebook (accessibile da terredelvino.net) e l’account su Twitter@cittadelvino (hashtag #Calicidistelle).

Il nuovo corso del Brunello con Bindocci. E a tavola al Piccolo Principe

Il Ristorante Il Piccolo Principe di Viareggio guidato dallo chef stellato Giuseppe Martino

Il nuovo Presidente del Consorzio del Brunello di Montalcino sarà ai microfoni di Wine Station per l’ultimo appuntamento della quinta stagione del format enogastronomico in onda sulle frequenze di Antenna Radio Esse. L’appuntamento è fissato per sabato 23 giugno, dalle 12,10 alle 13 sulle frequenze di Are e in streaming cliccando su www.antennaradioesse.itFabrizio Bindocci, direttore dell’azienda Il Poggione e fresco di elezione, parlerà di come il CdA del Brunello ha deciso di gestire la fase post Rivella e degli obiettivi del suo mandato che scadrà comunque già nella primavera 2013. Un’altra neo-eletta sarà protagonista in tema di enoturismo. Daniela Mastroberardino è stata infatti appena nominata alla guida del Movimento Turismo del Vino: la produttrice campana parlerà di come gestirà l’eredità di Chiara Lungarotti alla guida delle cantine italiane che puntano sui flussi turistici. Tra le proposte enologiche del fine settimana ecco uno Chardonnay prodotto in Puglia. E’ quello di Castello Monaci di Salice Salentino che, oltre alla tradizione fatta di Primitivo e Negroamaro, propone un vino insolito per la terra pugliese. Sarà il giovane responsabile della comunicazione e del mercato Usa Luigi Seracca Guerrieri a parlarne. Infine, la tappa al ristorante arriva a Viareggio alla scoperta della cucina stellata dello chef Giuseppe Mancino de Il Piccolo Principe. Un ristorante di eccellenza in cui vale sicuramente la pena celebrare l’inizio dell’estate. Wine Station tornerà in onda a settembre con la sua sesta stagione: durante il mese di luglio, andranno in onda una serie di “degustazioni radiofoniche” dedicate alle migliori interviste realizzate durante la stagione, distribuite in 4 diversi appuntamenti. Per segnalazioni, richieste e curiosità potete scrivere a wine.station.are@gmail.com. Ovviamente lo spazio sul blog continuerà ad essere attivo e a vostra disposizione per commenti, suggerimenti e segnalazioni.

Il boom dell’enoturismo: da Cantine Aperte a Chianti Classico E’

E’ il fenomeno dell’enoturismo a tenere banco nella puntata di Wine Station in onda domani (sabato 26 maggio) dalle 12,10 alle 13 sulle frequenze radiofoniche di Antenna Radio Esse (in streaming si può ascoltare cliccando qui). Con Chiara Lungarotti, Presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino, parleremo della ventesima edizione di Cantine Aperte, in programma domenica 27 maggio in 800 aziende italiane, e del boom degli enoturisti (3 milioni di persone all’anno per un valore di 5 miliardi di euro). Tra i numerosi appuntamenti del fine settimana, torna “Chianti Classico E’”, la quarta edizione della kermesse promossa dal Consorzio del Gallo Nero nei comuni chiantigiani delle province di Siena e Firenze. Marco Pallanti presenterà gli originali eventi in calendario fino al 3 giugno prossimo. Tra le aziende vitivinicole capaci di promuovere progetti innovativi c’è la Fattoria Sant’Appiano di Barberino Val d’Elsa che ha portato a termine il progetto “Adotta un filare”. Stefano Cappelli parlerà di come si è sviluppato il percorso e della imminente consegna delle bottiglie ai 160 adottanti. Infine Roberto Giannelli dell’Azienda di San Filippo di Montalcino racconterà la collaborazione che ha portato l’attore di Hollywood Richard Gere a realizzare una propria etichetta di Brunello.