Wine & food

uva

Viewing posts tagged uva

Ungulati nelle vigne toscane, Avito alza la voce

Contro gli ungulati che devastano le vigne in Toscana, Avito (il Consorzio dei consorzi made in Tuscany) alza nuovamente la voce. Oggi a Firenze, in una conferenza stampa a cui ha partecipato anche l’assessore regionale Marco Remaschi, si è tornati a parlare di come il problema dei cinghiali e dei caprioli golosi delle pregiate uve toscane sia ancora “drammaticamente in piedi”. Nonostante l’approvazione in Consiglio Regionale di una specifica Legge Obiettivo. “Continuano come prima infatti – si legge in una nota difusa da Avito – tutte le problematiche relative ai danni alle colture e in particolare ai vigneti, e talvolta gli effetti della sovrappopolazione degli ungulati si avvertono persino nel rapporto con la popolazione”. I produttori in sostanza chiedono di dare concretezza a ciò che la legge prevede. “La suddivisione tra aree vocate – dice Avito – e aree non vocate va rapidamente definita, così come vanno decisi i rispettivi campi di azione di tutti i soggetti coinvolti. Ed infine vanno semplificati i passaggi burocratici per rendere efficaci le misure previste dalla legge, oggi troppo lunghe e farraginose. Se vogliamo che questa legge funzioni è necessario che ciascuno faccia un piccolo passo indietro, rinunciando ad un po’ delle cose a cui è interessato per dar corpo ad accordi che consentano di fare un decisivo passo in avanti per contrastare efficacemente il fenomeno. Gli agricoltori sono i primi a riconoscere la ricchezza per l’ambiente e per la biodiversità rappresentata dalla fauna selvatica, tuttavia non sono disponibili a sopportare ulteriormente danni al patrimonio produttivo che rischiano di creare serissimi problemi ad un comparto che già deve fare i conti con un mercato difficile. Non sono neppure disponibili a considerare le nostre campagne, che devono essere invece aperte e vissute, un campo di battaglia dove perfino l’incolumità fisica potrebbe non essere garantita. Invitiamo quindi l’Amministrazione Regionale a dispiegare tutto quanto è nelle proprie possibilità per dare le prime ed urgenti risposte al problema. Invitiamo anche tutti i soggetti coinvolti, associazioni venatorie, associazioni ambientaliste ed associazioni professionali agricole, a ricomporre un fronte unico per tutelare e valorizzare un segmento fondamentale del nostro patrimonio produttivo ed ambientale, stimolando le loro intelligenze e creatività per formulare, per il medio e lungo periodo, proposte compatibili con un sano equilibrio ambientale. La Toscana tutta, non solo la filiera vitivinicola, ha bisogno di un sostegno forte, univoco ed unitario per mantenere il proprio appeal e non veder svilito il suo patrimonio produttivo ed ambientale in nome di piccoli interessi di parte che, seppur legittimi, devono invece trovare una sintesi per il bene comune della nostra società”. Dopo tanti appelli e prese di posizione sarà questa la volta buona?

Alla scoperta di formaggi dal mondo (e della schiacciata con l'uva)

schiacciata con l'uva 2La schiacciata con l’uva, i formaggi dal mondo, il food&travel e un nuovo manuale dedicato al vino sono tra gli argomenti del secondo appuntamento stagionale di Wine Station, in onda domani (sabato 21 settembre) sulle frequenze di Antenna Radio Esse dalle 12 alle 13. Francesco Sarri presenterà in anteprima Foovel, un nuovo concetto di social network pensato per chi ama viaggiare all’insegna del gusto. Consigli, mete enogastronomiche e locali da scoprire sono alla base di quella che punta a diventare una vera e propria community virtuale ma con vantaggi reali. In tema di cultura enologica ecco il nuovo libro “Il Vino – Istruzioni per l’uso”, curato da Roberto Racca assieme ad altri 37 tra giornalisti, docenti universitari e tecnici per approfondire un mondo affascinante ma nel quale occorre sdrammatizzare un po’. Per il gusto andremo nel forno di Vincenzo Magro a Castelfiorentino per scoprire la preparazione della schiacciata con l’uva, sia nella sua ricetta più tradizionale che in quella rivisitata, in voga oggi. Infine, in coincidenza con Cheese a Bra, l’affinatore di formaggi Giovanni Guffanti Fiori ci presenterà le ultime novità in arrivo da tutto il mondo e dalle regioni italiane, proponendoci un abbinamento da veri gourmet che vale la pena provare. Tra i tanti appuntamenti da segnalare anche la 15^ edizione della Boccacesca a Certaldo.

Benvenuta Vendemmia!

E’ tempo di vendemmia, nei filari di tutta Italia o quasi sono iniziate le operazioni di raccolta che quest’anno devono fare i conti con le bizze meteorologiche di questa estate. Le previsioni parlano di una quantità in drastico calo ma di una qualità buona che fa ben sperare.  Da domenica 9 settembre ecco Benvenuta Vendemmia, l’appuntamento del Movimento Turismo Vino per vivere il fascino della raccolta delle uve secondo tradizione nelle cantine socie dello Stivale. Un’occasione unica per scoprire i segreti  della vendemmia dal grappolo alle botti e partecipare insieme ai vignaioli a tutte la fasi di lavorazione delle uve, dal vigneto alla bottiglia. Il tutto abbinato a visite in azienda, passeggiate tra i filari, degustazioni con prodotti tipici e momenti di relax e divertimento per adulti e bambini. In cantiere, spettacoli folkloristici, danze popolari, percorsi didattici per ragazzi e famiglie e per i più audaci la possibilità di partecipare alla pigiatura dell’uva a mano o con i piedi. In Veneto si comincia in Valpolicella con la raccolta di uva corvina il 9 settembre e la degustazione di Amarone abbinato ai piatti del territorio (Vogadori), per continuare nella provincia di Padova con il menù speciale a base di uva bianca e nera (Fattoria Monte Fasolo)e al Castello di Roncade (TV) con una selezione di eccellenze per sostenere le imprese agricole colpite dal terremoto in Emilia Romagna (aceto balsamico di Modena D.O.P., parmigiano reggiano, ecc.). Degustazioni e visite in cantine proseguiranno anche il 23 settembre e il 6 ottobre nelle zone di Valdobbiadene (Bortolomiol) e Annone Veneto (Paladin). Sempre il 9 settembre di scena Falanghina e Piedirosso in Campania con Astroni alla scoperta delle peculiarità vitivinicole dell’area Flegrea, con approfondimenti storici e naturalistici sul cratere degli Astroni, oasi del WWF e riserva naturale dello Stato. Per chi ama gli autoctoni Masseria Venditti organizza una passeggiata sensoriale tra oltre 20 varietà di uve autoctone nel ‘vigneto didattico’, una sorta di “piccolo museo della biodiversità”. In Puglia, a bordo dei winebus, l’appuntamento con le cantine MTV è invece per domenica 16 settembre: mostre d’arte, spettacoli di musica e danze popolari accompagneranno gli enoappassionati in una giornata di festa in compagnia dei produttori. Anche la Lombardia debutta il 16 settembre con visite in cantina, pranzi con il vignaiolo (Bosco Longhino) e la tradizionale pigiatura dell’uva a mano o con i piedi nella vecchia pigiatrice (Pietrasanta). Nel Lazio Benvenuta Vendemmia è di scena il 30 settembre: al Casale Cento Corvi in programma visite guidate ai vigneti e la possibilità per adulti e bambini di vivere la vendemmia in prima persona. E per sottolineare il forte legame del territorio con la cultura etrusca, guide esperte condurranno i visitatori a Cerveteri alla scoperta dell’area archeologica della Banditaccia e dei suoi nuovi percorsi virtuali.